Monthly Archives: Dicembre 2020

Le isole più belle della Polinesia francese

Se stai pianificando la tua prossima vacanza, in questo post ti consigliamo le isole più belle della Polinesia francese, così da poterle includere nel tuo itinerario e vivere un’esperienza indimenticabile.

Sulla Polinesia Francese

È chiaro che i paesaggi della Polinesia francese sono degni di cartoline: acque azzurre cristalline, piene di coralli e animali che nuotano intorno a loro, per non parlare della sua sabbia fine e di un clima imbattibile.

Se vuoi trascorrere una vacanza immerso nella natura e godere di tutto ciò che la vita marina ha da offrire, le isole della Polinesia francese saranno la scelta migliore. Ma, sicuramente hai poco tempo e vuoi sapere quali meritano di essere inseriti nel tuo itinerario, di seguito troverai un elenco.

Tahiti

Se arrivate in aereo, dovete inevitabilmente visitare quest’isola perché è l’unica ad avere un aeroporto internazionale. È il più grande della Polinesia francese e le sue strade sono a tre corsie.

In apparenza potremmo definirlo simile alle Hawaii, poiché è di origine vulcanica e la sua posizione a una profondità minore impedisce la formazione di numerosi coralli, come avviene negli atolli.

All’interno di quest’isola troverai foreste tropicali con cascate impressionanti. Visita il mercato di Papeete per conoscere meglio la cultura locale, qui troverai di tutto, compreso cibo e artigianato.

Moorea

A 17 chilometri da Tahiti, ci si arriva in mezz’ora con il traghetto. Molti degli ananas, dei mango e delle banane consumati a Tahiti sono prodotti qui e c’è una bellissima barriera corallina nella parte settentrionale dell’isola.

Ci sono due baie di importante valore storico, in quanto una di esse ha ricevuto il capitano James Cook durante i suoi viaggi attraverso il Pacifico. Sull’isola c’è una strada principale e diverse secondarie, si possono fare gite in quad o boogie, escursioni di mezza giornata alle piantagioni e visite a punti panoramici come Magic Mountain.

Bora Bora

Sicuramente ne avrete sentito parlare, perché è l’isola più famosa della Polinesia francese, la riconoscerete per i suoi favolosi bungalow galleggianti in acque turchesi.

L’accesso a quest’isola è molto più facile via acqua che via terra. È ideale per lo snorkeling, poiché ha acque poco profonde piene di coralli.

Vale la pena ricordare che è una delle isole più costose, poiché gli alloggi sono scarsi e davvero lussuosi. Qui operano le più importanti catene alberghiere ed è frequentato solitamente da coppie di sposi novelli.

Rangiroa

L’atollo di Rangiroa è probabilmente il posto migliore in tutta la Polinesia francese per le immersioni e dista solo un’ora di volo da Tahiti.

La dimensione di questo atollo è più grande di quella di Tahiti e fuori dall’acqua ci sono solo una serie di spiagge coralline che circondano un vecchio vulcano. L’attrazione principale dell’isola si trova in una famiglia di delfini che vivono nel passo di Tiputa e di solito vagano per queste acque durante tutto l’anno.

Dall’hotel Relais de Josephine puoi vederli perfettamente ogni pomeriggio. Se non ti sei mai immerso prima, questo è il luogo perfetto per fare la tua prima esperienza a contatto con la fauna marina.

Puoi vedere pesci colorati, squali martello e squali pinne nere o persino toccare i delfini. Senza dubbio, è piuttosto un’esperienza.

Tikehau

In questo atollo ci si può anche tuffare. È conosciuta come l’isola degli uccelli della Polinesia francese ed è che questi amici piumati di solito si aggirano nella zona e lasciano le loro uova tra i rami degli alberi.

Questo fatto curioso è dovuto al fatto che il calore del terreno essendo di origine vulcanica sarebbe eccessivo per la sopravvivenza dei loro piccoli, quindi preferiscono depositarli direttamente sui rami e non perdono tempo a costruire nidi. Goditi il ​​viaggio.