seguici
Cultura

Artigianato

Tout l'artisanat du bois et des tissus en Polynésie française
© Philippe BACCHET

L’abilità manuale degli artigiani è incredibile, così come lo sono le numerose mostre organizzate nel corso dell’anno negli arcipelaghi.

L’arte dell’intreccio è utilizzata per creare vari prodotti, come copricapi, borse e tappeti. Le donne delle Isole Australi sono famose per la loro abilità in questo tipo di lavorazione e usano fibre vegetali provenienti dall’albero del Pandanus, della palma da cocco o dall’a'eho.

Il gusto per i dettagli e l’amore per la natura rivive nei sontuosi tifaifai o nelle coperte con motivi etnici o vegetali cucite a mano. La passione delle donne per questo tipico elemento di decorazione utilizzato durante le feste e nelle case è la prova della loro creatività ed è stata il motivo della nascita della fiera annuale del tifaifai. L’estro artistico è poi espresso anche attraverso opere in legno, un’attività tipica praticata degli uomini.

Questi ultimi, scolpiscono, secondo ispirazione, motivi decorativi o simbolici in legni preziosi: legno di tou, una variante locale di palissandro, o legno di miro. Le Isole Marchesi sono famose per l’abilità dei loro artigiani, capaci di produrre magnifici oggetti in legno, lance, puzzle e umete, cestini per la frutta nei quali servire pasti speciali.

Talvolta, alcuni artigiani si dedicano alla lavorazione di roccia vulcanica, coralli e persino ossa per creare centinaia di oggetti bellissimi e utili come i penu, un tipo di pestelli. Infine, la riscoperta della madreperla, con le sue venature iridescenti, ha permesso agli abitanti delle isole di creare splendidi oggetti decorativi, magnifici costumi per la danza o gioielli meravigliosi.

 

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Info

close