seguici
Altre isole

Fatu Hiva, l'isola della Tapa

Fatu Hiva simboleggia il tetto della casa degli dei: un’isola dalle piccole dimensioni ma che non manca di stupire. Arrivando dal mare, si è avvolti in un’atmosfera magica: paesaggi a picco, vegetazione incontaminata... un incanto. Nel 1937, Thor Heyerdahl e sua moglie, spinti dal desiderio di un vero e proprio ritorno alla natura, si stanziarono nell’isola per vivere una sorta di alba di un nuovo mondo. Da allora, non è cambiato molto. La maggior parte degli abitanti locali, infatti, vive nei pressi del villaggio di 'Ōmo'a e si dedica alla produzione della tapa, un tessuto ottenuto dalla corteccia battuta e decorato con motivi tradizionali. Hanavave è inserita in una straordinaria baia: la Baia delle Vergini, probabilmente uno dei luoghi più incantevoli al mondo, soprattutto al tramonto, quando la luce illumina i picchi vulcanici trasformando il paesaggio in un momento unico e indimenticabile.

Da non perdere

  • Scoprire la produzione della tapa degli abitanti locali,
  • Attraversare l’isola tra Omo’a e Hanavave (17 km): panorami mozzafiato (cascate e vegetazione),
  • Esplorare i siti archeologici
  • Situata a 1600 km da Papeete
  • 85 km²
  • Abitanti: 630

 

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Info

close