seguici
Vacanze a tema

Crociera Aranui nelle Isole Marchesi

Croisière unique sur l'Aranui 3 en Polynésie française
© Aranui III

La Aranui III è una nave unica al mondo. Metà cargo e metà nave da crociera, il vascello misura 177 m di lunghezza e, durante la sua spola tra Tahiti e le Isole Marchesi, trasporta container, pallet, pacchi ma anche passeggeri. Simile a un mulo da soma dei mari del sud, l’Aranui III non passa mai inosservato: l’insolito profilo del suo ponte, affollato di container e casse, attira l’attenzione almeno quanto la sua poppa, delle dimensioni di un piccolo edificio, e completa di eleganti passerelle, una piscina e un solarium. Ma al di là delle apparenze, questa nave multifunzione è unica soprattutto per via della sua rotta. Negli ultimi 20 anni, infatti, l’Aranui solca le acque della Polinesia da un capo all’altro per rifornire le Isole Marchesi, l’arcipelago più isolato in una regione vasta quanto l’Europa.

Agli occhi dei 9.000 abitanti delle Isole Marchesi, l’Aranui è più di una semplice nave: essa rappresenta uno dei pochi collegamenti con il mondo esterno e una fondamentale fonte di rifornimenti, materiale e attrezzature, oltre ovviamente ai visitatori, che si riversano su queste isole ogni tre settimane.

Agli occhi dei passeggeri, l’Aranui è più di una semplice nave da crociera. Sebbene a bordo siano presenti tutti i comfort che ci aspetta da questo tipo di vascello, come ristorante, palestra, edicola e cabine confortevoli, l’ambiente che è possibile trovare sul ponte è unico nel suo genere: a bordo dell’Aranui, passeggeri ed equipaggio vivono fianco a fianco e divengono velocemente una grande famiglia che condivide una straordinaria avventura.

Un viaggio transpolinesiano

Croisière fabuleuse sur l'Aranui 3 en Polynésie française
© Aranui III

Il favoloso viaggio ha inizio a Papeete, la capitale amministrativa della Polinesia francese, situata sull’isola di Tahiti. Una volta dato il benvenuto a bordo ai 200 ospiti, l’Aranui molla gli ormeggi iniziando il proprio viaggio di 14 giorni che coprirà una distanza di 1.500 chilometri (sola andata). Il secondo giorno di viaggio, la nave effettua una sosta presso le acque incontaminate dell’atollo di Fakarava, nelle Isole Tuamotu. L’avventura prosegue alla volta delle Isole Marchesi, dove più di 15 scali attendono i passeggeri tra le isole di Ua Pou, Nuku Hiva, Hiva Oa, Fatu Hiva, Tahuata e Ua Huka.

Queste isole leggendarie offrono agli ospiti una visita che non risparmia vette torreggianti, valli misteriose e coste assolate. Sulla maggior parte delle isole, i passeggeri dell’Aranui sono i soli visitatori che gli isolani attendano. Pertanto, il benvenuto è caldo e sincero, come se ogni passeggero fosse un amico di vecchia data. Dopo undici giorni di navigazione, l’Aranui lascia le Isole Marchesi e si dirige verso l’atollo di Rangiroa per poi fare nuovamente rotta verso Tahiti. Sebbene il “ritorno alla civiltà” non sia mai facile per i passeggeri, questi possono sbarcare con la certezza di avere vissuto un’esperienza inimitabile che ricorderanno per tutta la vita.

Alcune cifre

  • Anno di costruzione: 2003
  • Capienza: 200 passeggeri
  • Lunghezza: 117 m
  • Larghezza: 17 m
  • Ponti: 7
  • Cabine: 85 cabine tra cui 10 suite standard, 12 suite di lusso, 63 cabine standard e 1 dormitorio con 18 letti a castello.
  • Rotta: Tahiti, Fakarava, Isole Marchesi (Ua Pou, Nuku Hiva, Hiva Oa, Fatu Hiva, Tahuata e Ua Huka) e Rangiroa.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Info

close