seguici
Attività acquatiche

Osservare le balene nella Polinesia Francese

La Polinesia è un luogo perfetto per osservare i mammiferi marini (balene e delfini).

A differenza di altri luoghi dove è praticato il whale-watching (Hawaii, Alaska e Canada), qui l’esperienza è molto più intima e rispettosa.

Stagione del whale-watching 

Le megattere passano 5 mesi l’anno in Polinesia per riprodursi. Il resto del tempo, lo trascorrono nelle acque dell’Antartico per nutrirsi.

L’arrivo delle balene è sempre stato un evento molto importante per i polinesiani. La loro stagione inizia a giugno o ai primi di luglio quando l’atae, detto anche albero delle balene, fiorisce per annunciare l’arrivo di questi mammiferi nelle acque di Tahiti.

Le balene lasciano la Polinesia alla fine di ottobre, quando i piccoli sono abbastanza forti da affrontare la migrazione verso l’Antartico.

Dove è possibile osservare le balene?

Le balene nuotano a largo delle coste della maggior parte delle isole, tuttavia alcune sono più organizzate di altre per il whale watching.

A Tahiti, è possibile avvistare le balene dalla spiaggia (ad esempio da Pointe des Pêcheurs alla mattina e alla sera). I club di immersione organizzano escursioni di whale watching: questi enti sono tenuti informati in merito allo spostamento delle balene e sono spesso disponibili a rimborsare il costo della gita qualora non vengano avvistati animali.

A Moorea, gli operatori specializzati sono molto ospitali e rispettosi degli animali. Alcune barche sono provviste di fondo trasparente tramite il quale è possibile osservare razze, squali e delfini.

A Rurutu, molto famosa per il whale watching, è possibile osservare le balene da luglio a ottobre. Dal momento che Rurutu non possiede una laguna, le balene si avvicinano maggiormente alla spiaggia e alcuni punti di osservazione sono stati predisposti lungo la costa.

Cosa accade durante un’escursione di whale watching?

L’operatore (spesso un club di immersione) conosce la posizione delle balene grazie all’esperienza e alle informazioni che riceve dai pescatori e dagli altri operatori. È possibile avvistare le balene da distante, quando emergono per respirare o espellere acqua ai loro sfiatatoi. Le barche procedono lentamente per avvicinarsi alla rotta dei cetacei senza farli sentire minacciati. La guida sceglie il momento più opportuno per entrare in acqua con pinne, maschere e respiratori. Prima di incontrare queste affascinanti creature, è usanza ascoltare i loro richiami mettendo la testa sott’acqua. Il momento più magico avviene quando una balena si avvicina al gruppo per lasciarsi ammirare in tutta la propria maestosità.

Vicino e personale

La Polinesia è stata dichiarata santuario dei mammiferi marini e ha aderito alla moratoria contro la caccia alle balene nel 1986. Dal 2002, il whale watching è regolamentato e per praticarlo sono necessari dei permessi.

Al fine di assicurare che la Polinesia rimanga un luogo speciale per balene e delfini, è necessario osservare alcune regole.

- Mantenere una distanza di sicurezza (50 metri da un singolo esemplare e 100 metri da una madre con cucciolo).

- Lasciare che siano gli animali ad avvicinarsi e non approcciarli mai dalle spalle.

- Mantenere una velocità costante e cambiare rotta lentamente.

- Non intrappolare o bloccare gli animali contro alcun ostacolo

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Info

close